Frank Frazetta Fantasy Illustrated


    Frank Frazetta Fantasy Illustrated è una serie di fumetti creata dall'illustratore e pittore Frank Frazetta (il suo vero cognome è Frazzetta) e pubblicata dalla Quantum Cat Entertainment (Winter Park, Florida) come bimensile a partire dal 1998. In totale sono 8 i fumetti con copertina di Frazetta, gli altri sono “cover variant” di altri disegnatori.
    Nel numero 8 del settembre 1999, con copertina di Frazetta dedicata a “Spiderman”, si trova la storia intitolata “The Chess Game”, scritta da Joe Pruett e disegnata da Philip Xavier. Un cavaliere, per liberare una principessa prigioniera del demone Phooka, è costretto giocare una partita a scacchi. Se vince la partita il demone lascerà libera la fanciulla. La partita viene disputata con una scacchiera poggiata sul tronco tagliato di un albero. Il cavaliere ha i pezzi Bianchi. Perde la partita per scaccomatto. E' lesto ad impugnare la spada. Ma il demone gli riorda il patto.
    Il cavaliere propone una seconda partita. La principessa sarà libera indipendentemente dal risultato. Ma il cavaliere perde di nuovo per scacco matto. Propone, allora, un match su cinque partite, al meglio delle tre vittorie. La storia finisce qui. Credo sia l'inizio sottinteso, di interminabili match.
    Il cavaliere, in fondo, ha vinto: è riuscito a liberare la principessa.
    Il demone, in fondo, ha stravinto: ha liberato la principessa ma ha legato a sé un avversario per giocare a scacchi di cui lamentava l'assenza.
    Ovviamente il gioco degli scacchi è il preferito del demone.



[4]Carmelo Coco 22/11/2018

Nota generale: Tutte le copertine (e i disegni interni) dei fumetti mostrati in questi articoli sono di propietà dei rispettivi Autori/Editori.
In attesa dei chiarimenti del decreto attuativo della Legge n. 2 del 2008 (diritto d'autore) mi sono attenuto, per le immagini coperte da copyright, alle disposizioni del comma 1-bis articolo 70: “È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro”.
Ovviamente sono indicate le testate dei fumetti, gli editori, i disegnatori (quando menzionato), etc. Le riproduzioni delle copertine (e disegni interni al fumetto) sono a bassa risoluzione (300 dpi) di dimensioni non superiori a 350X500 con un velo particolare (applicato in fase di scansione) che le rende "non utili alla riproduzione a stampa" e, pertanto, non commercializzabili.