1984, la rivista italiana di fumetti

    Yesterday, Today … Tomorrow - Amazing Comic Magazine About Misteries Man has tried to ignore so far … Questo era il titolo e sottotitolo di una rivista di fumetti di fantascienza e fantasy USA ideata nel 1975 da Jim Warren e Josep Toutain. Con questo titolo non venne mai pubblicata. Nel 1978 la rivista uscì con il nuovo titolo 1984 (un omaggio esplicito a Orwell e al suo libro) a cura della Warren Publishing Co., dal 1978 al 1983 per un totale di 29 numeri: i primi dieci con il titolo di testata 1984 e il restante con il titolo di testata 1994.
    La versione italiana della rivista è stata pubblicata da “Edizioni Il Momento” di Milano. Portava lo stesso nome 1984 e aveva cadenza mensile, con pagine in B/N e alcune a colori. Era spillata, formato 20,5X27,5 cm., copertina a colori morbida. In alto, prima del titolo, riportava la scritta “Con i migliori disegnatori del fantastico nel mondo di domani”. Una delle réclame era “Vieni con noi nel futuro”.
    La rivista italiana ebbe vita più lunga di quella americana. Furono pubblicati, infatti, 48 numeri. I primi venti con numeri cardinali (uno, due, tre, etc,). La testata nel 1986 cambiò nome in 2984.

1) Nel numero undici (66 pagine, copertina di Esteban Maroto) è inserita la storia a fumetti in B/N G.I.M. (pagine 21-26) con testi di Andreas Martin e disegni di Luis Garcia. E' la storia di un falso rapimento politico, addebitato a un gruppo terroristico denominato G.I.M.

I riferimenti scacchistici:

Il politico rapito gioca a scacchi con il falso rapitore.

Errori, inesattezze e ingenuità scacchistiche del fumetto: a pagina 24 il solito uso del termine mangiare al posto di catturare. Questa è la posizione dei pezzi dello "scacco matto":



***

2) Nel numero 28 (copertina di Peter Jones) alle pagine 33-48 è inserito il primo episodio della storia western intitolata "La lunga marcia". con Blueberry, un tenente nprdista il cui vero nome è Mike Steve Donovan (nome indiano Tsi-Na-Pah).



    Blueberry è un personaggio western creato da Jean Michel Charlier e disegnato da Jean Giraud.Venne pubblicato in Francia dalla casa editrice Dargaud a partire dal 1963.     In Italia è stato pubblicato a puntate in diverse riviste (1984: Eura Editoriale) e poi in volumi (Mondadori:, nella collana Eldorado della casa Editrice Nuova Frontiera: negli Albi Ardimento: in Bluberry).
    A pagina 37 Blueberry, a Fort Bowie in Arizona, gioca a scacchi con il generale Morton dandogli l’immancabile matto.

Errori: annuncio dello scacco al Re.

[10] Carmelo Coco 01/06/2019

Per la Nota generale sulle immagini vedi la "Nora Generale" in calce alla rubrica.