IN MEMORIA DI BILLY LEVENE

(1918-2015)

Rodolfo e Milly Pozzi


   Il nostro pensiero si rivolge spesso a Billy, forte giocatore e insegnante di scacchi, instancabile viaggiatore sempre unito alla sua Hope: entrambi sono stati tra i fondatori della Chess Collectors International, nel 1984 in Florida.
   Abbiamo innumerevoli foto dell’affiatata coppia, che ogni anno a Natale ci inviava un’immagine scattata in luoghi interessanti difficilmente raggiungibili, che non erano mai mete banali.
   Due volte Milly ed io siamo stati invitati a casa Levene. Nel 2000, quando le nostre figlie risiedevano in America, Billy è venuto a prenderci a New York per farci vedere le università nelle quali aveva studiato; in seguito abbiamo potuto ammirare a Bedford la sua splendida collezione di scacchi e i preziosi libri antichi, nonché i put together sets, gli scacchi “messi insieme” da Hope. Vi siamo tornati con Massimiliano De Angelis nel 2002, dopo il Congresso di Filadelfia.
   Billy e Hope sono venuti da noi a Como nel 2004, prima di raggiungere Madrid in auto, e ci siamo simpaticamente rivisti in occasione di altri meetings.
   A Washington vent’anni fa, Billy ha iniziato a leggere in inglese le nostre relazioni, e nel ’98 a Vienna mi ha stretto a sé dicendo che formavamo una grande squadra!
   Ora, all’età di 97 anni, è scomparso lasciando in tutti un’immensa tristezza: riconosciamo il saldo legame che lo univa alla nostra associazione, ricorderemo sempre il suo sorriso intelligente e bonario e siamo vicini a Hope con grande affetto.


Bedford 2000.



Vienna 1998.

IN MEMORY OF BILLY LEVENE

(1918-2015)

Rodolfo and Milly Pozzi


   Our thoughts often turn to Billy, strong chess player and teacher, tireless traveller always with his Hope: both were charter members of Chess Collectors International when is started in Florida in 1984. We have countless photos of the close couple, who every Christmas sent us a picture taken in interesting places difficult to reach, that were never trivial destinations.
   Twice Milly and I were invited to Levene house. In 2000, when our daughters lived in USA, Billy picked us up in New York to let us visit the university where he had studied; later we could see in Bedford his splendid chess collection and the precious ancient books, as well as the “put together sets” created by Hope. We went back with Massimiliano De Angelis in 2002, after the Congress in Philadelphia.
   Billy and Hope came to visit us in Como in 2004, before reaching Madrid by car, and we also met affectionately several other times.
   In Washington, twenty years ago, Billy began to read in English our papers, and in '98 in Vienna he held me close and said that we formed a great team!
   Now he passed away, leaving a great sadness in all of us: we recognize the strong bond that united him to our association, will always remember his intelligent and good-natured smile and we are near Hope with great affection.